Linkedin

l'aquila calcio categoria
4831
post-template-default,single,single-post,postid-4831,single-format-standard,qode-core-1.1,kloe-ver-1.9,qodef-smooth-scroll,qodef-smooth-page-transitions,qodef-ajax,qodef-grid-1300,qodef-blog-installed,qodef-header-standard,qodef-sticky-header-on-scroll-down-up,qodef-default-mobile-header,qodef-sticky-up-mobile-header,qodef-dropdown-default,qodef-search-covers-header,qodef-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

l'aquila calcio categoria

l'aquila calcio categoria

Bahasa - Indonesia; Chinese (simplified) Deutsch; English - Australia; English - Canada; English - Ghana; English - International; English - Ireland; English - Kenya; English - Malaysia; English - Nigeria; English - Nordics; Ortolano “ Ho ricevuto la Pec di Fabbricini” La Pec è arrivata, l’Aquila è in prima categoria. Furono stagioni difficili a causa della crisi economica che impose un ridimensionamento delle ambizioni dei rossoblù e, di conseguenza, portò a campionati di minor profilo; per questi motivi, De Felice (fondatore nel 1948 della polisportiva Libertas, tra le più gloriose dell'ambiente sportivo aquilano) fu spesso contestato aspramente dalla tifoseria[42]. La divisa da trasferta invece è stata nelle gran parte delle stagioni di colore bianco con il rosso-blu limitato alle rifiniture laterali o alle bande, disposte verticalmente, orizzontalmente o diagonalmente; sul finire degli anni novanta la squadra utilizzò una maglia da trasferta bianca con lo stemma societario al centro del busto e alcuni piccoli scacchi di colore rosso e blu ai lati. L’AQUILA-CASTELNUOVO 2-3. STEMMA L’AQUILA CALCIO 1927: I NUOVI PROPRIETARI SIAMO TUTTI NOI! Il primo sodalizio sportivo è ritenuto essere la Folgore, una polisportiva i cui atleti, oltre al calcio amatoriale, praticato a partire dagli anni venti, erano dediti anche a discipline come sci, pugilato e tiro a segno[1][3]. Nel Serie D 2009-2010 L'Aquila torna quindi a disputare un campionato nazionale dilettanti. Società Sportiva di Serie D 2016/2017 La Pagina Ufficiale de L'Aquila Calcio 1927, la società di calcio professionistico del capoluogo abruzzese. Viene così allestita una rosa di grande spessore per la categoria, grazie alla partecipazione della gente aquilana sotto forma di abbonamenti, sponsor. La raccolta completa degli album Panini, Da Collemaggio all’Acquasanta, viaggio tra i campi dei rossoblù. It is clearly not yet complete and all inclusive, and additions and refinements will continue to be made over time. Le partite venivano disputate sul campo di gioco di piazza d'Armi che era privo di qualsiasi struttura accessoria. Fu un fatto storico perché mai prima un club professionista aveva avuto la meglio sulla FIGC in queste diatribe fra giustizia sportiva ed ordinaria[73]. Dignità e vittorie dopo il terremoto, L'Aquila fa harakiri, il Prato vince (2-1) e va in finale, Il grande derby: gli ex, il cuore e la festa, cronaca di un giorno perfetto, L'Aquila, dopo 80anni vicina al sogno della B. Pagliari: "E' solo l'inizio", Calcioscommesse, fermato il ds dell'Aquila calcio, Impossibilitata a disputare le ultime due partite a causa del, L'Aquila Calcio: strisce strette e rivisitazioni anni '60 per le nuove maglie 2013-2014 scelte dai tifosi, L'Aquila, maglia "camouflage" per lanciare l'adunata nazionale alpini 2015, Calciatori. For a full list of former players, see L'Aquila Calcio 1927 players. Benvenuti nella Pagina Ufficiale de L'Aquila Calcio 1927. In 1943, the club was refounded as Sportiva L'Aquila 1944 playing in Serie C three more seasons from 1945 to 1948. [87][88][89] A fine stagione la squadra viene promossa in Eccellenza essendo al primo posto in classifica (con dodici punti di vantaggio dall'inseguitrice Mutignano), al momento dell'interruzione del campionato a causa della pandemia di COVID-19. Giunta seconda a pari punti con l'Avigliano, L'Aquila affrontò la squadra lucana nello spareggio giocatosi a Cassino il 3 giugno 1979 e terminato 2-0 per i rossoblù, con una doppietta del bomber Militello[41] davanti ad oltre 7.000 supporters giunti dall'Abruzzo[44], in quello che può essere considerato uno dei primi esodi della tifoseria aquilana. L'Aquila Calcio - hier findest Du ein Datenblatt mit allen wichtigen Informationen zu dieser Mannschaft. Vennero invece accolti gli aiuti delle altre società calcistiche italiane che offrirono gratuitamente dei giocatori per ricomporre la rosa, tra cui Otello Trombetta e Giacomo Valentini arrivati dalla Roma[19][20]; nonostante il calciomercato fosse chiuso, la società fu autorizzata a tesserare calciatori senza contratto o che ancora non avessero disputato gare di campionato. La stagione 2019-2020 vede protagonisti i tifosi che sulla spinta del Supporters'Trust L'Aquilame' e del gruppo storico del tifo aquilano i Red Blue Eagles 1978, diventano a tutti gli effetti proprietari del club, scongiurando così l'ennesimo fallimento. In 1929, a new club called Società Sportiva Città dell'Aquila was founded, but lasted only a few years. Successivamente, l'Aquila giocò altre cinque stagioni in terza serie, alternando annate positive ad altre più anonime. Il campo da gioco era sito a piazza d'Armi, anche se precedentemente le compagini aquilane giocarono anche in piazza San Basilio, di fronte l'omonimo convento, o sul prato antistante la basilica di Santa Maria di Collemaggio[5][10]; dal 1933 la squadra iniziò a disputare le gare casalinghe nel nuovo stadio XXVIII Ottobre[11], un impianto all'avanguardia per l'epoca[12], successivamente condiviso con L'Aquila Rugby e, a partire dagli anni sessanta, intitolato alla memoria dell'ex rugbista e allenatore Tommaso Fattori. Calzoncini e calzettoni sono stati quasi sempre di colore blu o in alternativa bianchi, solo raramente di colore rosso. [1], nonostante i dirigenti Gualtieri e fratelli Agamben preferissero il neroverde cittadino in omaggio alla municipalità del post sisma 1703 e poi spendibile dal futuro rugby di Tommaso Fattori[9]. Nel campionato 2013-2014, sotto la guida del confermato Giovanni Pagliari, i rossoblù disputano un buon torneo qualificandosi, a distanza di 80 anni dall'ultima volta, agli spareggi per la promozione in Serie B[84] venendo però eliminati già ai quarti di finale dal Pisa. Si tratta di un circolo di colore blu, inquartato di rosso e di bianco, sul quale è rappresentata un'aquila blu con la testa bianca; lo stemma presenta alcuni riferimenti alla storia della città come l'evidenziamento della bicromia bianco-rossa e la suddivisione in quattro parti, rispettivamente in omaggio agli antichi colori civici e ai quattro rioni cittadini[97]. In questi anni la guida del sodalizio cambiò più volte passando da Dante Prosperini a Piemonte Veglione a Paolo Valentini e, quindi, a Franco Di Fabio. Follonica – A meno di un nuovo rinvio torna in campo domenica prossima al “Malservisi-Matteini” il Follonica Gavorrano che deve recuperare il match contro l’Aquila Montevarchi. L'allenatore che ha collezionato più panchine è Arnaldo Leonzio, già centro-mediano degli abruzzesi[110], alla guida della squadra in quattro periodi differenti per un totale di dieci stagioni tra il 1960 ed il 1977. L'Aquila non inizia male, alla fine del girone di andata si trova in una posizione di classifica tranquilla, ma a dicembre i punti di penalizzazione diventano 14, poi ridotti a 7; da questo momento in poi i risultati cominciano a peggiorare, la società entra in confusione, il tecnico Perrone viene sostituito, a sei giornate dalla fine, con Giacomo Modica, per poi essere richiamato nelle battute finali. Con il succedersi delle stagioni e delle gestioni societarie di volta in volta lo stilema dell'aquila è stato rielaborato in modo diverso e addirittura in alcuni periodi (soprattutto negli anni seguenti alle due rifondazioni del 1994 e del 2004) lo scudo societario è cambiato quasi ogni anno, rendendo impossibile l'identificazione del sodalizio con uno stemma univoco. A Teramo, presenti Pineto Calcio e Valle Del Vomano, mentre a Pescara ci sono Cantera Adriatica, Curi Pescara, Fater Angelini, Delfini Biancazzurri, Gladius, Penne e Pro Tirino Calcio. Ciò nonostante, nell'estate del 1993, la promozione arrivò lo stesso, grazie ad un ripescaggio per meriti sportivi e, nel 1993-1994, L'Aquila fece il suo ritorno in C2 dopo undici anni dall'ultima volta[61]. Già al primo campionato di Seconda Divisione, nel 2010-2011, i rossoblù guidati dapprima da Leonardo Bitetto e, nel finale di stagione, da Maurizio Ianni centrano l'ingresso ai play-off ma vengono clamorosamente sconfitti in finale dal Prato con un gol realizzato al settimo minuto di recupero[79][80]. After two promotions, L'Aquila spent its first season in the second-tier Serie B. In September 1931, Associazione Sportiva L'Aquila was founded as local fascist sports organizations starting playing in the locally organized Seconda Divisione. Con il defilarsi del presidente Passarelli cominciò quindi un'aspra battaglia legale, al termine della quale il sodalizio rossoblù (passato nelle mani dall'imprenditore aquilano Eliseo Iannini) ottenne la riammissione in Serie C1 dall'arbitrato del CONI[68]. Un gradino più in basso, al terzo posto, arrivò nella stagione successiva, disputata con Nazzareno Cerusico in panchina[53]. L'A.S. In 1993, the club was readmitted to Serie C2 to fill a league vacancy, but the club fell through a year later due to bankruptcy. Come già detto da tempo ( QUI L’INTERVISTA AD ORTOLANO) la parola decisiva spetterà al … 9 NOVA 2017. Ora fondamentali le due gare in casa", L’Aquila debutterà nel “suo” nuovo stadio senza le barriere, Pur vincendo il proprio girone del campionato, successivamente L'Aquila perse lo spareggio con il, Scioglimento del gruppo organizzato dei NAM, Derby d'Abruzzo, qui L'Aquila: a Chieti per il riscatto, All'Aquila i tifosi rinsaldano il gemellaggio, Associazione Sportiva Dilettantistica L'Aquila 1927, stadio Gran Sasso d'Italia-Italo Acconcia, Stadio Gran Sasso d'Italia - Italo Acconcia, Categoria:Allenatori dell'Aquila Calcio 1927, Categoria:Presidenti dell'Aquila Calcio 1927, Categoria:Calciatori dell'Aquila Calcio 1927, https://www.ilcapoluogo.it/2017/12/21/laquila-calcio-1927-tra-storia-e-leggenda/, http://www.redblueeagleslaquila1978.com/home.php/?p=14374, https://www.notiziariocalcio.com/serie-d/ufficiale-l-aquila-non-e-iscritta-126389, http://www.abruzzoweb.it/contenuti/l-aquila-calcio-ripartira-dalla-prima-categoria-arrivata-lettera-del-commissario-figc-fabbricini/666534-8/, L’Aquila, ecco il nuovo logo. L'attività continuò tra alti e bassi a causa delle ristrettezze economiche. Città di L’Aquila-Atletico Civitella Roveto terminata 12-0[86]) che portano il club a conquistare, il 1º maggio 2019, a seguito della vittoria per 9-0 contro il San Francesco (un derby cittadino), il salto nel campionato abruzzese di Promozione. Nel 1933-1934 la compagine guidata dal tecnico Ottavio Barbieri (già campione d'Italia da giocatore con la maglia del Genoa) vinse il girone e, superando gli spareggi finali contro Andrea Doria, Falck e Pro Gorizia, centrò la promozione in Serie B[1][13], prima abruzzese a riuscirci. La tragedia risparmiò solo tre giocatori aquilani: gli squalificati Brindisi e Michetti, e il giovanissimo portiere Stornelli che non riuscì a svegliarsi in tempo per prendere il treno[16][19]. Con la vittoria del campionato, L'Aquila fu ammessa al torneo finale per la conquista dello Scudetto Dilettanti venendo però eliminata in semifinale dalla Sanremese. Later, the club later did not manage to escape relegation and its Serie B tenure ended after three seasons. Dopodiché, gli eventi bellici posero fine a tutte le attività sportive. L’Aquila calcio – Rossoblu in prima categoria. Nel finale di stagione, inoltre, si formalizzò il passaggio di consegne dal presidente uscente Gabriele Valentini all'imprenditore calabrese Michele Passarelli[66]; la nuova società si mise in luce da subito per numerose iniziative che richiamarono l'attenzione della città sul sodalizio calcistico tra cui l'inaugurazione del primo negozio ufficiale, in piazza del Duomo, e la carta di credito personalizzata per i tifosi. Durante il passaggio sotto l'acquedotto romano di piazza Garibaldi, i ragazzi si sporsero dal finestrino di uno dei sedici autobus che formavano la carovana rossoblù e rimasero incastrati tra le lamiere del mezzo e le arcate dell'acquedotto[46]. Anche l'A.S. Le rivalità principali sono quelle con il già citato Pescara e l'Avezzano, che rappresentano anche due dei principali derby d'Abruzzo; a testimonianza della seconda è anche la presenza, in curva aquilana negli anni novanta, del gruppo N.a.M., acronimo di Nucleo anti-Marsica. L'Aquila calcio è sempre stata incostante nell'organizzazione del settore giovanile: da una stagione all'altra è avvenuto di frequente che un gran numero di dirigenti e di istruttori sono stato avvicendati. Acquisito il titolo sportivo della ex L'Aquila Calcio, la nuova società si presta a disputare la stagione 2005-2006, sostanzialmente divisa in due parti: al termine di un girone d'andata fallimentare, la società passa dalle mani di Specchioli a quelle dall'imprenditore romano Massimo Severoni e la squadra, affidata a Francesco Montarani, sfiora per un solo punto la qualificazione agli spareggi promozione[68]. Dopo la retrocessione non si trovò chi iscrivisse la società alla Serie C2 così il sodalizio, da tempo in liquidazione e svanita la prospettiva del Lodo Petrucci[76], viene definitivamente radiato e qualche mese più tardi dichiarato fallito. Nel 1947-1948 L'Aquila, guidata dall'ex calciatore Marino Bon, non riuscì a centrare l'ammissione nella nuova Serie C e si ritrovò retrocessa nel quarto livello nazionale[29], la Promozione (poi IV Serie) in cui rimase per un intero decennio. La travagliata vita del settore giovanile… fu costretto a lasciare la presidenza, sostituito da Salvatore Petrilli che chiamò in panchina l'ex bandiera rossoblù Guido Attardi; i risultati non furono ancora una volta soddisfacenti, Petrilli si dimise e lasciò il posto, dall'anno seguente, a Tonino Angelini[43]. 12 PESCASSEROLI. 8 MONTICCHIO 88. Nell'ottobre del 1943 fu fondata la Sportiva L'Aquila 1944, così chiamata dall'anno in cui avrebbe ripreso le attività. Nel 1991-1992 gli aquilani, allenati da Leonardo Acori, chiusero la stagione a pari merito con l'Acilia e furono costretti ad affrontare la squadra pontina nello spareggio disputatosi il 16 maggio 1992 allo stadio Flaminio di Roma e vinto 2-0 ai tempi supplementari; a quel punto L'Aquila, vincitrice del girone F, dovette disputare un ulteriore spareggio con la vincente del girone E, il Gualdo, venendo sconfitta con un risultato totale di 3-1[59] (2-0 nella gara d'andata a Gualdo Tadino e 1-1 nel ritorno allo stadio Tommaso Fattori, una partita che fece registrare la capienza record di 12.838 spettatori[58]). Igioland. Disclaimer: Although every possible effort is made to ensure the accuracy of our services we accept no responsibility for any kind of use made of any kind of data and information provided by this site. Il primo fu l'allora podestà cittadino Adelchi Serena mentre il più longevo è stato Ubaldo Lopardi (in seguito sindaco dell'Aquila) che ha ricoperto la carica per nove anni, seppur non consecutivi, tra il 1948 e il 1969[112]. L'annata fu caratterizzata da ottime prestazioni all'inizio e alla fine del campionato, rese vane da un rendimento mediocre nella parte centrale del torneo, in cui i rossoblù collezionarono una lunga serie di pareggi, perdendo terreno dalle posizioni di testa[58]. La littorina sulla quale il 3 ottobre 1936 la comitiva aquilana viaggiava verso Verona, per disputare il giorno seguente la quarta giornata di andata contro la compagine locale, centrò nei pressi della cittadina reatina un vagone postale partito da Terni. In occasione della XVII Olimpiade, il Fattori ospitò alcune partite del torneo preliminare di calcio e in quell'occasione la capienza fu attestata a 20.000 persone[106]. A tal proposito – prosegue Fabbricini – fermo restando quanto rappresentato nella nostra lettera del 30 agosto 2018, alla luce della posizione espressa da codesto Comitato Regionale, si comunica che nulla osta da parte della Federazione a che la società ASD Città di L’Aquila possa essere iscritta, in via straordinaria, al Campionato regionale di Prima Categoria”. La prima sede della società era collocata in via Marrelli 63; qui erano depositati i pali delle porte che, ogni domenica, venivano prelevati per essere piantati nel terreno di gioco[5]. Pur tra le difficoltà, nel 1982-1983, L'Aquila, affidata a un giovane Carlo Florimbi, si classificò al secondo posto, alle spalle della Lodigiani allenata dall'ex giocatore e allenatore rossoblù Guido Attardi, perdendo per una manciata di punti la possibilità di ritornare immediatamente in Serie C2[52]. Attardi successivamente diventò allenatore di buon successo, anche se non riuscì mai ad imporsi alla guida della squadra della sua città; in uno dei suoi nove anni trascorsi alla Lodigiani, rigenerò da una crisi profonda il futuro Campione del Mondo Luca Toni, che ancora oggi lo considera «l'allenatore decisivo della sua carriera»[36]. Mettiamo a disposizione dati, informazioni e statistiche di ogni tipo su squadre di calcio, giocatori, campionati, categorie, calciomercato, marcatori, risultati, partite, classifiche, calendari, notizie, calciomercato, formazioni, live. Quest'ultimo è comunque l'unico simbolo dell'Aquila Calcio depositato presso l'Ufficio italiano marchi e brevetti (Uibm)[100] e, nonostante la sua particolarità, è sicuramente tra i più diffusi ed amati dalla tifoseria, anche in virtù dei risultati sportivi raggiunti in quegli anni. [1] In 1936, a train accident on the Terni–Sulmona railway near Contigliano, Lazio seriously injured several of the team's players and left head coach Attilio Buratti dead. Sottocategorie. 5 LUPI MARSI AVEZZANO NORD. Nel 1979-1980, al primo campionato di Serie C2, L'Aquila si piazzò all'ottavo posto, dopo un ottimo girone di andata ed un pessimo girone di ritorno[48]. Rosa L'Aquila Calcio 1927 Questa pagina mostra una visuale dettagliata dell'attuale squadra. Durante la stagione la squadra disputò anche la prima amichevole internazionale della storia del club andando a sconfiggere a Tripoli l'Al-Ittihad del presidente libico Mu'ammar Gheddafi e guidato in campo dal terzogenito di Gheddafi, Saadi[70]. After spending several seasons in the lower tiered leagues, the club was readmitted to Serie C in 1958, where it spent a decade after being relegated to Serie D in 1969. Dopo altri campionati interlocutori, nel 1968-1969 L'Aquila si classificò all'ultimo posto con appena 25 punti e retrocesse amaramente in Serie D concludendo così una stagione cominciata male, a causa di problemi societari e rivoluzioni tecniche, e finita anche peggio[39]. La Libia ai tempi dell'Aquila Calcio. Pubblicato il 6 settembre 2018 da capo redattore . Nei play-off, dopo aver battuto in semifinale il Fasano, un sofferto pari a reti bianche contro l'Acireale sul neutro di Avellino premiò L'Aquila in virtù del miglior piazzamento in classifica[67]. Tra i tecnici alla guida dei rossoblù in quegli anni vanno ricordati Arnaldo Leonzio e Aroldo Collesi, mentre in campo si mise in luce Guido Attardi, figura storica del calcio aquilano. Oggi la sede è situata all'interno del locali dello stadio Gran Sasso D'Italia. Le formazioni giovanili utilizzano anche i campi sportivi di San Gregorio e Barisciano.

Senza Mai Fermarsi, Ufficio Imu Roma Telefono, Cartina Politica Dell'emilia Romagna, Sinonimo Di Informare, Udinese Lecce Infortunio Lapadula, Ad Alta Voce,